Tel +39 0871 809636

info@innovaprogetti.it

Batterie di accumulo per fotovoltaico

Sempre più persone scelgono di installare nella propria abitazione un impianto fotovoltaico per l’auto-produzione di energia elettrica. La produzione di energia rinnovabile riduce l’impatto che il nostro vivere quotidiano lascia sull’ambiente e sulle sue risorse.

Il crescente sviluppo tecnologico di questo settore può tuttavia fornirci soluzioni interessanti per massimizzare l’autoconsumo di energia rinnovabile. Sono stati sviluppati, infatti, sistemi di accumulo che immagazzinano l’energia in eccesso prodotta dall’impianto e la rendono utilizzabile all’occorrenza.

Tesla, azienda leader nel settore dell’innovazione e delle tecnologie a energie rinnovabili, ha lanciato sul mercato la nuova Powerwall, una batteria solare ricaricabile di ultima generazione per uso domestico.

L’installazione di questa batteria garantisce ai fruitori una serie di vantaggi non indifferenti. Il Powerwall può accumulare energia sia dalla rete elettrica, sia dall’impianto fotovoltaico. Questa energia potrà poi essere utilizzata direttamente dall’utente in qualsiasi momento; ad esempio per ricaricare il proprio veicolo elettrico o per alimentare i carichi elettrici di notte, quando i pannelli fotovoltaici smettono di produrre energia.

La Tesla è in grado di rilevare eventuali blackout e fornire automaticamente energia elettrica grazie ai suoi 5kW di potenza continua. Potremmo dunque mantenere le luci accese e utilizzare gli elettrodomestici in maniera totalmente green, in modo silenzioso e in totale sicurezza per il sistema elettrico dell’abitazione.

Non poteva mancare il monitoraggio tramite smartphone. Installando l’app Tesla, infatti, sarà possibile monitorare la produzione e i consumi di energia della casa in tempo reale, ovunque vi troviate. Sarà inoltre possibile impostare le proprie preferenze per ottimizzare al meglio i risparmi in base alle diverse esigenze.

Per ultimo, ma non per importanza, è il design che contraddistingue Powerwall: moderno e compatto, con linee minimali. Si integra in qualsiasi tipo di contesto, diventando esso stesso elemento di arredo. Avendo una struttura all-in-one, offre diverse soluzioni di montaggio sia da interno che da esterno. È stato progettato, infatti, per resistere a qualsiasi condizione climatica. Inoltre, non avendo elementi che fuoriescono o cavi scoperti, risulta sicuro sia per i bambini che per gli animali.  Per avere una maggiore capacità di indipendenza energetica e soddisfare qualsiasi esigenza, è possibile installare in serie fino a 10 unità Powerwall.

Questa batteria di accumulo è garantita 10 anni dal produttore.

Innova è partner ufficiale Tesla, per garantire ai suoi Clienti la migliore tecnologia.

È ora di pensare al revamping!

Gli inverter installati all’epoca dei primi Conti Energia sono a fine vita. La tecnologia impiegata in questi prodotti è ormai superata. Gli inverter moderni presentano rendimenti di conversione decisamente più vantaggiosi e sono meno soggetti ad obsolescenza. Infatti, la garanzia degli attuali inverter è di 10 anni, contro i 5 degli inverter installati ai tempi dei Conti Energia. Per questo, è necessario pensare ad un ammodernamento, o al revamping, degli impianti. La necessità di ammodernamento è reale soprattutto per i piccoli impianti trifase, quelli da 6 a 12 kW. Tale necessità è evidente in quanto, all’epoca, gli inverter trifase erano inesistenti e molte case produttrici offrivano prodotti a partire dai 12 kW. Questa carenza costringeva a realizzare un impianto trifase da 9 kW utilizzando tre inverter monofase da 3 kW. Non è infrequente trovare configurazioni in cui solo due inverter funzionano, causando squilibri e scompensi delle fasi in immissione, con conseguente blocco dell’impianto. Molti proprietari di impianti non si accorgono di questi malfunzionamenti, in quanto gli inverter installati all’epoca dei Conti Energia erano privi del sistema di monitoraggio.

Un’altra problematica frequente negli impianti monofase è il guasto dei sistemi per l’inseguimento del punto di massima potenza (MPPT), utili per massimizzare la produzione dell’impianto. In questi casi, l’inverter continua a funzionare ma con una produzione ridotta.

Ancora più spesso, si riscontrano guasti delle stringhe legati a fusibili bruciati o a dispersioni dei cavi di stringa. Questi guasti possono essere rilevati solo da tecnici esperti o dai sistemi di monitoraggio moderni. Il GSE ha avviato un servizio di allerta sul livello di prestazione di impianti con potenza fino a 800 kWp, caratterizzati da una produzione annuale inferiore al 60% rispetto al valore medio di impianti simili. Questo servizio, tuttavia, ha cadenza semestrale. La riduzione di produzione o il fermo impianto determinano importanti perdite economiche. L’individuazione del guasto dopo 6 mesi comporta una perdita economica variabile dai 500 ai 1000 € a seconda della taglia di impianto. La sostituzione dell’inverter con uno più moderno, consentirebbe di individuare per tempo il guasto, grazie ai sistemi di monitoraggio di ultima generazione che notificano sullo smartphone eventuali malfunzionamenti. Inoltre, i rendimenti di conversione più elevati e le tecnologie MPPT più evolute garantiscono una maggiore produzione e, dunque, un incremento dei guadagni annui.

Nel caso degli impianti trifase, il mercato moderno offre inverter trifase anche di piccola taglia. Non sarà più necessario installare tre dispositivi, scongiurando, in questo modo, eventuali squilibri sulle fasi.

Il revamping, insomma, rappresenta una cruciale opportunità da cogliere.

La maggior parte dei proprietari di impianti fotovoltaici, dopo 10 anni, ha ormai ammortizzato la spesa iniziale. Il revamping è un investimento che garantisce il rientro economico nel giro di uno o due anni. Considerato che si potrà beneficiare di ulteriori 10 anni di incentivo, è facile comprendere che questi interventi sono un investimento vantaggioso e sicuro, agevolato anche dalle detrazioni fiscali. Investire nel revamping significa assicurarsi un rientro economico certo e maggiori guadagni nei prossimi 10 anni!

I nostri tecnici saranno a vostra completa disposizione. Siamo partner certificati delle principali aziende di inverter e vantiamo oltre 13 anni di esperienza. Un lavoro ben fatto e un incremento dei vostri profitti. Questo significa scegliere Innova ed investire nel revamping!

Ottimizzatori di potenza per fotovoltaico, la soluzione SolarEdge

Il fotovoltaico è sempre più scelto come sistema green per la produzione di energia elettrica. L’energia solare, infatti, consente sia di ridurre il consumo di combustibili fossili sia di abbattere i costi in bolletta. Proprio per questo, le tecnologie in questo campo sono in continua evoluzione.

SolarEdge fornisce diverse soluzioni per ottenere un maggiore rendimento dall’impianto fotovoltaico: una di queste è rappresentata dagli ottimizzatori di potenza.

Perché scegliere gli ottimizzatori SolarEdge?

In un impianto fotovoltaico ogni modulo è collegato in serie al successivo. Qualora un solo pannello avesse un malfunzionamento, che sia per ombreggiamento indesiderato, che sia per lo sporco depositato sul vetro, che sia per guasto, tutta la stringa fotovoltaica ne risentirebbe.

L’ottimizzatore di potenza SolarEdge è un convertitore CC/CC, che converte una fonte di corrente continua (CC) da un livello di tensione ad un altro. Questo dispositivo viene installato su ciascun modulo fotovoltaico, rendendolo così autonomo ed intelligente. Come? Semplice: gli ottimizzatori riescono ad aumentare la produzione di energia prodotta dall’impianto inseguendo costantemente il punto di massima potenza (MPPT - Maximum Power Point Tracker) di ogni modulo. In più, sono in grado di monitorare le prestazioni di ciascun pannello e comunicarle alla piattaforma dedicata SolarEdge. Questo permette di tenere sotto controllo le singole prestazioni di ciascun modulo, permettendo di intervenire in maniera puntuale e mirata in caso di malfunzionamento o calo delle prestazioni.

L’inseguimento del punto di massima potenza MPPT consente di progettare un impianto in maniera molto più flessibile. È possibile, infatti, installare i moduli con diverse inclinazioni ed orientamenti all’interno della stessa stringa.

Ogni ottimizzatore SolarEdge è dotato della funzionalità SafeDC™. La SafeDC™ permette di ridurre automaticamente la tensione continua dei moduli ad ogni arresto dell’inverter o della rete, in modo da garantire il maggior grado di sicurezza possibile agli eventuali operatori che interverranno sull’impianto.

Gli ottimizzatori SolarEdge sono coperti da una garanzia di 25 anni.

 

Innova è sempre in continuo aggiornamento sulle ultime tecnologie presenti sul mercato del fotovoltaico. L’esperienza decennale sviluppata in questo ambito permette ai tecnici di Innova di progettare ogni impianto nella maniera migliore possibile, coniugando progetti ad hoc con le tecnologie più adatte per ogni cliente, scegliendo sempre il migliore rapporto qualità/prezzo.

 

Impianti solari domestici

L’energia solare è una fonte di energia rinnovabile, praticamente illimitata, completamente ecologica e potenzialmente a costo zero. Saperla utilizzare, dunque, è un vantaggio prima di tutto per l’ambiente, dato che si riducono i consumi di fonti non rinnovabili, e si abbattono le relative emissioni nocive legate al loro uso; ma anche, per le famiglie, che abbattono i costi delle bollette elettriche e del metano.

Per questi motivi, negli ultimi anni sono stati messi in atto una serie di incentivi statali riferiti all’istallazione di pannelli solari da parte dei privati, riscuotendo un discreto successo data la sempre maggiore consapevolezza che le persone stanno assumendo riguardo al tema. In più, il DL n.28 del 2011 contiene delle norme che rendono obbligatorio l’utilizzo di fonti rinnovabili per soddisfare in parte il fabbisogno energetico, in edifici di nuova costruzione o in ristrutturazioni rilevanti.

Quali sono dunque le tipologie principali di pannelli che possiamo installare per la nostra abitazione?

Partiamo dai PANNELLI FOTOVOLTAICI. Questi sono utilizzati per trasformare l’energia solare in energia elettrica. La produzione elettrica dipende dall’inclinazione e dall’orientamento dei pannelli stessi. Per generare energia si utilizza il campo elettrico generato dagli elettroni del silicio, innescati dai fotoni che arrivano sulla superficie del pannello. Il flusso di elettroni sarà trasformato in corrente grazie a terminazioni elettriche.

I PANNELLI SOLARI TERMICI, invece, sono quelli destinati alla produzione di acqua calda. Il loro utilizzo, infatti, prevede la possibilità di produrre sia acqua calda sanitaria, sia acqua calda per il riscaldamento. È possibile utilizzarli, inoltre, anche per il raffrescamento degli ambienti attraverso il solar cooling, abbinandoli ad una macchina frigorifera. Il loro compito, dunque, è quello di sostituire la caldaia a gas nel processo di riscaldamento dell’acqua. Sono costituiti da una piastra ad alta trasmittanza termica composta da fasci di tubi pieni di acqua e liquido antigelo i quali, scaldandosi, accumulano l’energia termica in un serbatoio.

È chiaro che non esiste un pannello perfetto, ma ognuno di essi assolve a diversi compiti ed è l’ideale in contesti diversi. Ed è altresì chiaro che la progettazione ed installazione dell’impianto debba essere effettuata da tecnici esperti, non potendo lasciare nulla al caso.

Incentivi statali

Come su detto, nel corso degli anni sono state messe in atto numerosi incentivi statali volti ad incoraggiare l’installazione di impianti a pannelli solari. Ad oggi, è possibile accedere al bonus Fotovoltaico 2020, ovvero ad una detrazione IRPEF in 10 anni per il rimborso del 50% della spesa totale, che può arrivare ad un valore massimo di 96.000 €. Questo tipo di intervento rientra all’interno del più ampio Bonus Ristrutturazione, essendo catalogato come ristrutturazione straordinaria, che però non deve essere confuso con l’Ecobonus. L’Ecobonus si riferisce a interventi riguardanti l’efficientamento energetico e prevede un’aliquota del 65% detraibile a 10 anni.

È conveniente, dunque, per un privato istallare un impianto a pannelli solari?

I vantaggi che l’energia solare ha da offrire possono arrivare negli anni a superare di gran lunga i costi di investimento iniziali: un corretto dimensionamento, orientamento ed installazione dell’impianto permettono di ammortizzare le spese in soli 5 anni. In più, per quanto riguarda i pannelli fotovoltaici, è possibile risparmiare il 100% del costo dell’energia attraverso l’autoconsumo, oppure cedere in rete l’energia prodotta ottenendo un contributo con la convenzione di scambio sul posto.

La risposta alla domanda iniziale è, dunque, sì. Investire su di un impianto ad energia solare è un vantaggio sia per noi stessi che per il pianeta che abitiamo. 

Inverter fotovoltaici: ecco i migliori

Gli inverter fanno più genericamente parte di una famiglia di dispositivi elettrici chiamati convertitori statici, ossia dispositivi in grado di convertire una grandezza elettrica come la tensione o la frequenza. Più precisamente, gli inverter hanno lo scopo di convertire la tensione continua proveniente dal generatore fotovoltaico in una tensione alternata avente le caratteristiche della rete elettrica alla quale lo stesso è connesso. La quasi totalità degli inverter opera in bassa tensione, Monofase (230 Vac) o Trifase (400 Vac), con una frequenza di rete di 50 Hz oppure ad alta frequenza, grazie all’interposizione di un trasformatore idoneo. Oltre alla conversione della tensione, gli inverter per applicazioni fotovoltaiche hanno una particolarità, ossia quella di essere dotati di un sistema di inseguimento della massima potenza (MPPT: Maximum Power Point Tracking). L’inseguimento viene realizzato mediante un circuito ad impedenza variabile che adatta il carico alle condizioni di generazione di energia fotovoltaica, ciò garantisce che il modulo FV operi sempre in condizioni di massima potenza anche al variare dell’irraggiamento solare e/o della temperatura ambiente. Gli inverter odierni sono autoregolanti: in funzione della tensione di lavoro, approssimano l’onda sinusoidale grazie ad un treno di impulsi a durata variabile (Metodo PWM – Pulse Wave Modulation). Questa approssimazione è realizzata da dispositivi di potenza quali Mosfet, Tiristori o IGBT che vengono fatti operare a frequenza elevata, più elevata rispetto alla frequenza di rete. L’inverter, quindi, adegua la frequenza e sincronizza la tensione ai fini della messa in parallelo con la rete stessa e si disattiva automaticamente se i valori di tensione e di frequenza escono dai limiti prestabiliti.

Il collegamento alla rete elettrica di bassa tensione è regolamentato dalla norma CEI 11-20. La connessione monofase è possibile solo fino ad una potenza massima nominale dell’inverter inferiore a 6 kW (10 kW in accordo con il gestore di rete). Per potenze superiori deve essere adottata una soluzione trifase.

Le proposte commerciali attualmente disponibili sul mercato sono le più disparate. Per il settore residenziale si può fare una cernita tra alcuni produttori.

Inverter SolarEdge

SolarEdge propone inverter monofase con tecnologia HD-Wave. Gli inverter monofase con tecnologia HD-Wave di SolarEdge rappresentano un’autentica rivoluzione rispetto agli inverter tradizionali. Vincitori del prestigioso premio Intersolar Award 2016 e del rinomato Edison Award 2018, sono specificamente progettati per funzionare con gli ottimizzatori di potenza SolarEdge e sono coperti da una garanzia standard di 12 anni, estendibile fino a 20 o 25 anni. Poiché la gestione della tensione e dei punti di massima potenza (MPPT) è eseguita dall'ottimizzatore di potenza per ogni singolo modulo, l'inverter è responsabile solo della conversione della corrente continua in corrente alternata (CC/CA). Di conseguenza, l’inverter SolarEdge è un inverter meno complesso, più economico e più affidabile. Oltre alle sue funzionalità come inverter ottimizzato sul lato CC, l’inverter monofase è in grado di gestire anche la batteria e l’energia nelle soluzioni di accumulo StorEdge di SolarEdge. L’ultima generazione degli inverter monofase SolarEdge è progettata con una innovativa tecnologia di conversione, basata su una commutazione distribuita gestita da un potente processore DSP. L’inverter è in grado di sintetizzare un’onda sinusoidale pulita permettendo una notevole riduzione degli elementi magnetici e di raffreddamento. Più piccolo e leggero, risulta più facile da spedire e conservare ed è, inoltre, installabile da un’unica persona. Infine, il livello record di efficienza del 99% consente una maggiore produzione di energia e un più rapido ritorno dell’investimento. 

Inverter Huawei

Huawei, impegnata anche nell’ambito delle tecnologie rinnovabili, ha lanciato la generazione 5.0 delle soluzioni per Impianti fotovoltaici. Con FusionSolar e FusionHome Smart Energy Solution migliora l’efficienza end-to-end nella generazione di energia e le attività di monitoraggio, diagnostica e reporting O&M. La gamma inverter ibridi monofase per il residenziale SUN2000L disponibile da 2 kW, 3kW, 3.68kW, 4.6 kW, 5kW, presenta un design ultracompatto e moderno. Installabili sia su impianti esistenti sia su nuovi, sono già pronti per l’accumulo grazie all’interfaccia integrata. L’efficienza  può arrivare fino al 98,4%. Questa famiglia di inverter è stata premiata con il “Reddot Award 2016” e con il “Design Award 2017”. La sicurezza e l’affidabilità sono il punto di forza dei prodotti Huawei: protezioni da sovratensioni CC e CA e certificazione IP65 distinguono questi inverter.

Inverter ABB

ABB offre un portafoglio completo di convertitori di potenza ed inverter per un'ampia gamma di applicazioni. I convertitori di potenza e gli inverter ABB aiutano i propri clienti a generare e produrre energia in modo efficiente. Sono configurati per lavorare nelle condizioni più avverse e per ridurre i costi operativi. La nuova serie di inverter monofase di ABB, UNO-DM-PLUS, rappresenta la soluzione ottimale per installazioni residenziali. Tutti i modelli, con classi di potenza da 3.3 a 5.0 kW, sono racchiusi nello stesso involucro, alte prestazioni con il minimo ingombro. Il design flessibile e a prova di futuro consente l'integrazione con dispositivi intelligenti per l’automazione di edifici.

Caratteristiche principali:

  • Comunicazione wireless e web server integrato
  • Design all’avanguardia con connettività wireless nativa per la facile integrazione in smart building e smart grid
  • Controllo dinamico dell’immissione in rete (per esempio “zero immissione”)
  • Aggiornamento da remoto del firmware per l’inverter e i suoi componenti
  • Procedura di commissioninig semplificata
  • Doppio MPPT

Inverter SMA

Sunny Tripower 3.0–6.0 è la soluzione di SMA che garantisce massimi rendimenti energetici per le abitazioni private. Le elevate performance dell’inverter e il massimo comfort risultano la perfetta combinazione di vantaggi per gli utenti. Grazie ai servizi integrati e alle soluzioni in caso di ombreggiamento, questa soluzione è in grado di superare qualsiasi sfida, anche sui tetti più insidiosi. In questo modo Sunny Tripower assicura, in maniera affidabile, il massimo rendimento energetico riducendo i costi. Il servizio gratuito SMA Smart Connected analizza il funzionamento dell’inverter, segnala immediatamente le anomalie all’installatore e garantisce la massima redditività dell’impianto. Tramite il portale di monitoraggio Sunny Portal, il proprietario e l’installatore monitorano in qualsiasi momento l’impianto tenendolo sotto controllo.

Dopo questa breve carrellata, sorge spontanea una domanda. Ma quale è l’inverter fotovoltaico migliore? Non esiste una risposta. Sono tanti e diversi gli aspetti da valutare: durata della garanzia, piattaforma di monitoraggio, qualità dei materiali, sistema di produzione, connettività, peso, design, certificazioni, protezioni. L’inverter fotovoltaico migliore è quello che soddisfa al meglio i requisiti richiesti.

Quali sono i migliori moduli fotovoltaici?

I moduli in silicio mono o poli-cristallino rappresentano la tecnologia più diffusa sul mercato. Ciascun modulo è costituito da un congruo numero di celle. La singola cella fotovoltaica, infatti, non presenta tensioni e correnti idonee per fini energetici, è così indispensabile unire elettricamente più celle, collegate in serie, parallelo o in serie/parallelo. Il collegamento in serie consente di incrementare il voltaggio complessivo del modulo, senza incrementare la corrente; diversamente, il collegamento in parallelo incrementa la corrente di uscita senza modificare il voltaggio complessivo. Per innalzare la potenza elettrica del modulo, si arriva a comporlo con 72 celle, solitamente suddivise in due blocchi da 36. All’interno di ogni blocco, le celle sono collegate in serie. Qualora una delle celle venisse ombreggiata, erogherebbe una minore corrente. Poiché, però, le celle sono in serie, la corrente circolante sarà la stessa per tutto il blocco e sarà uguale a quella della cella ombreggiata. Le coppie lacune-elettrone generate dalle celle soleggiate vengono assorbite dalla cella in ombra, che diventa un vero e proprio carico. Tutto ciò comporta un graduale aumento della temperatura ed un evidente calo della potenza del pannello fotovoltaico. Per contenere tale problema, si installano in parallelo ad un certo numero di celle, dei diodi di by-pass che escludono la zona ombreggiata e garantiscono una potenza in uscita accettabile. I diodi sono installati all’interno della scatola di giunzione posta sul retro del modulo e da quest’ultima dipartono i collegamenti elettrici. La scatola di giunzione contiene in genere da 2 a 6 diodi di by-pass e presenta le connessioni elettriche del pannello, solitamente realizzate con connettori MultiContact del tipo MC3 o MC4.

Le prestazioni di un modulo fotovoltaico sono calcolate secondo quanto definito dalla norma CEI 82-3 ovvero ipotizzando un irraggiamento di 1000 W/m2, una temperatura della cella di 25 ºC e un AM1.5. Queste sono le condizioni standard di prova. L’efficienza (o rendimento) di un pannello fotovoltaico è definita come rapporto tra la sua potenza definita in condizioni standard e il prodotto tra la superficie del modulo e la corrente da esso generata sempre in condizioni standard. I migliori pannelli fotovoltaici, dunque, sono quelli che, oltre ad usare materiali di qualità, si contraddistinguono per valori elevati dell’efficienza. I pannelli fotovoltaici ad alto rendimento si caratterizzano per rendimenti alti ma anche per Fill-Factor prossimi all’unità. È evidente che il pannello fotovoltaico migliore è quello che riesce ad erogare una corrente costante al variare del voltaggio. L’allontanamento da questa situazione ideale viene quantificato dal Fill-Factor. Più questo indice è elevato, più il modulo è di qualità. I pannelli fotovoltaici di ultima generazione presentano Fill-Factor superiori a 0,8.

Un altro aspetto da non sottovalutare sono i materiali scelti per realizzare il pannello fotovoltaico. Silicio di prima qualità e materiali di ottima fattura contraddistinguono i pannelli fotovoltaici di ultima generazione ad alto rendimento.

I moduli fotovoltaici in Silicio sono costituiti da diversi strati di materie prime:

  • Vetro (i moduli costruiti in Italia abitualmente usano vetro da 4 mm di spessore)
  • Etilene vinil acetato – EVA (composto elastico utilizzato a protezione delle celle fotovoltaiche)
  • Celle mono o policristalline
  • EVA
  • Backsheet o Tedlar (copertura di fondo)

I pannelli fotovoltaici di ultima generazione tedeschi sono sicuramente prodotti di ottima qualità, ma non sono gli unici. Diversi produttori si stanno sempre più imponendo sul mercato con nuovi moduli fotovoltaici altrettanto di qualità. Un buon prodotto si caratterizza per una scheda tecnica completa, dettagliata e con i migliori parametri. La scheda tecnica di un pannello fotovoltaico può essere reperita facilmente sul sito del produttore.

I Consigli dell'esperto

Hai bisogno di consulenza? Non sai cosa fare per richiedere una detrazione fiscale?

Richiedi Informazioni

Chiedi all'esperto di Innova

Perché scegliere Innova

Siamo ricchi di esperienza e delle più innovative tecnologie e attrezzature per soddisfare le vostre esigenze

Professionalità

Più di 10 anni di esperienza nel settore. Oltre 600 impianti realizzati. Oltre 250 impianti in monitoraggio continuo e manutenzione ordinaria. Massima qualità per i nostri clienti

Esperienza Certificata

Possediamo certificati sempre aggiornati nelle aree di nostra competenza, potete rivolgervi a noi con la massima fiducia.

Un unico interlocutore

Scegliere noi significa avere a che fare con un team di professionisti che si occuperà di tutte le vostre necessità. Un unico interlocutore, un'unica azienda, una garanzia di qualità.

Prezzo Competitivo

I nostri preventivi vengono redatti su misura per voi e il prezzo per i nostri servizi è competitivo e concorrenziale.

Iscriviti alla newsletter

Sarai tempestivamente informato su tutte le novità.